Siamo Separati dal Sesso.

…Puoi scegliere ciò che preferisci. Se la tua mente è molto sessuale, è meglio che scegli il centro sessuale. Usalo, perché la tua consapevolezza fluisce naturalmente verso esso, quindi è meglio sceglierlo. Ma è diventato difficile scegliere il centro sessuale. Questo è uno dei centri più naturali: la tua consapevolezza ne è attratta biologicamente. Perché non usare questa forza biologica per la trasformazione interiore? Fanne il punto della tua centratura. Ma i condizionamento sociali, gli insegnamenti che tendono a reprimere il sesso, il moralismo, hanno fatto gravi danni. Sei separato dal tuo centro sessuale. In realtà la nostra autoimmagine esclude il centro sessuale. Immagina il tuo corpo: ometterai i tuoi organi sessuali; ecco perché molte persone sentono che i propri organi sessuali sono qualcosa di differente da loro, come se non fossero parte del loro organismo. Ecco perché ci si nasconde così tanto, si diventa tanto incoscienti.

Se venisse qualcuno dallo spazio, da qualche altro pianeta, e ti dovesse vedere, non sarebbe in grado di concepire che tu abbia alcun centro sessuale. Se dovesse ascoltare le tue conversazioni, non sarebbe in grado di comprendere che esista alcunché di simile al sesso. Se si muovesse nella tua società, nel tuo mondo formale, non potrebbe accorgersi di qualcosa che assomigli al sesso.

Abbiamo creato una divisione. C’è una barriera, e abbiamo tagliato via da noi stessi il centro sessuale. In verità, abbiamo diviso il corpo in due a causa del sesso. Nella nostra mente la parte superiore significa “più elevata” e quella inferiore significa proprio “inferiore”: è condannata. Perciò “inferiore” non è solo un’informazione sulla posizione della metà di sotto: è anche una valutazione. Per quanto ti riguarda, non devi pensare che la parte inferiore del corpo sei tu. Se qualcuno ti chiedesse: “Nel tuo corpo, tu dove sei?”, indicheresti la testa perché è la parte più alta. Ecco perché i bramani in India dicono: “Noi siamo la testa e i sudra, gli intoccabili, sono i piedi”. I piedi stanno più in basso della testa. Tu di fatto sei la testa, i piedi e le altre parti ti appartengono solamente: non sono te. Per operare questa divisione, abbiamo creato i vestiti in due parti: alcuni per la parte superiore del corpo e altri per la parte inferiore, solo per dividere il corpo in due: c’è una sottile divisione. La parte inferiore del corpo non fa parte di te. E’ aggrappata a te: quella è un’altra cosa. Ecco perché è difficile usare il centro sessuale per centrarsi. Ma se ci riesci, quello è il migliore, perché la tua energia fluisce biologicamente verso quel centro. Concentrati su di esso. Tutte le volte che senti un impulso sessuale, chiudi gli occhi e senti la tua energia che fluisce verso il centro sessuale.

Fanne una meditazione, sentiti centrato nel centro sessuale. Allora, all’improvviso sentirai nell’energia un salto di qualità, la sessualità scomparirà e il centro sessuale s’illuminerà e diventerà pieno di energia, dinamico. Sentirai la vita al suo culmine, in questo centro. E se sei centrato, in quell’istante il sesso sarà veramente del tutto dimenticato. Sentirai l’energia fluire dal centro sessuale in tutto il tuo corpo, anzi persino trascendere il corpo e andare nel cosmo. Se sei totalmente centrato nel centro sessuale, all’improvviso verrai gettato alla tua radice fondamentale, nell’ombelico.

Il Tantra ha usato il centro sessuale, e io penso che il Tantra sia stato uno degli approcci più scientifici alla trasformazione umana, perché usare il sesso è molto scientifico. Visto che la mente già fluisce verso di esso, perché non usare questo flusso naturale come veicolo?

Questa è la differenza fondamentale tra il Tantra e i cosiddetti insegnamenti moralistici. Gli insegnamenti di morale non potrebbero mai usare il centro sessuale per una trasformazione: hanno paura. E chi ha paura dell’energia sessuale troverà veramente molto, molto difficile trasformare se stesso, o se stessa, perché lotta controcorrente, nuotando senza alcuna necessità in senso opposto al fiume. E’ facile fluire insieme al fiume, galleggi semplicemente! Se riesci a galleggiare senza conflitto, puoi usare questo centro per centrarti.

Un centro qualunque va bene. Puoi crearti centri tuoi: non c’è bisogno di essere tradizionali. Tutti i centri sono espedienti: espedienti per centrarsi. Quando sei centrato, scenderai automaticamente al tuo ombelico. Una coscienza centrata ritorna alla fonte originaria…

 Osho – “The book of the secrets”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...